Chi siamo

Il Faro è una Cooperativa sociale Onlus che accoglie minori in difficoltà e donne vittime di tratta e sfruttamento.

30 anni di amore in azione

Il Faro nasce grazie ai missionari Walter e Elisabetta Hasenfratz giunti in Sicilia nel 1978, ed è frutto di un’importante opera missionaria cristiana  svolta a Nicosia in provincia di Enna.

La cooperativa inizia la sua attività nel  1991 operando nell’ambito dell’assistenza alle gestanti e alle ragazze madri.

Il Faro ha anche gestito per svariati anni un’asilo nido nel comune di Nicosia (EN).  

Il Faro oggi accoglie minori provenienti da svariate situazioni complesse e problematiche mediante il coinvolgimento dei Tribunali per i Minorenni e dei  servizi sociali.

Il Faro ha anche iniziato un lavoro di assistenza e supporto verso donne vittime di tratta e sfruttamento.

1991
... con Paolo e il fratello Delio
collaborati da professionisti stimati come l'avv. La Via (ex Sindaco di Nicosia)
25° anniversario del Faro (foto di gruppo)
Precedente
Successivo

Visione

Dare speranza ed un futuro migliore ai più vulnerabili, liberi dalla paura e dalla schiavitù.

Il Faro in azione ...

Missione

Lavorare in collaborazione con figure professionali per salvaguardare i diritti dei più vulnerabili;  proteggere l’individuo da qualsiasi tipo di abuso e sfruttamento;  garantire supporto emotivo, psicologico, fisico e spirituale; incoraggiare un percorso di crescita mirato all’autonomia personale

Obiettivi

Garantire la salute

Garantire la salute ed il benessere psicofisico dei più deboli, favorendo la crescita e la maturazione individuale.

Incoraggiare l'individuo

Incoraggiare l’individuo verso un percorso di fede basato su una relazione personale con Dio.

Accrescere la consapevolezza

Accrescere la consapevolezza personale conquistando il controllo sulle proprie scelte, decisioni e azioni a livello relazionale e sociale.

ben-white-EMZxDosijJ4-unsplash

Mostrare un esempio

Mostrare un esempio di vita cristiana vissuta, promuovendo valori e principi morali fondati sulla giustizia, onestà, lealtà ed amore.

Il nostro team

Il Team della Comunità Alloggio minori è composta da una Psicologa che svolge il ruolo di Educatore Responsabile della Comunità, quattro educatori professionali ed un ausiliario. 

Il Team si incontra a cadenza settimanale al fine di impostare la programmazione, verificare le attività in corso, discutere eventuali problematiche e di quant’altro sia necessario per garantire un equilibrato andamento della gestione della Comunità. 

La cooperativa ha un rapporto di consulenza (prestazione professionale) con un Assistente sociale ed un infermiere professionale.

Daniele Reitano

Presidente

Daniele è il Legale Rappresentante della Cooperativa nonché il Presidente del CdA da Giugno 2022. Da più di dieci anni è stato in prima linea nella gestione funzionale dell’attività prevalente la Comunità Alloggio per minori e nell’amministrazione contabile. Oggi riveste il compito di amministrare la società secondo quanto dettato dallo statuto e deliberato dall’assemblea. Ha la responsabilità di monitorare e verificare il buon andamento dell’organizzazione attuando eventuali correttivi strategico-gestionali.

Paola Amenta

Vice Presidente

Paola è parte del direttivo amministrativo. Conosce la Cooperativa da più di venti anni e lavora per la stessa con la qualifica di educatrice professionale complessivamente da più di dieci anni. Si è sempre spesa e distinta nel dare un apporto pedagogico-educativo di qualità ai tanti minori ospiti a cui è stato dato aiuto. Oggi riveste, oltre la figura di Educatrice, il ruolo di responsabile dei social media con lo scopo di ampliare la visibilità della cooperativa informando e creando legami con l’esterno.

Raffaele Hasenfratz

Consigliere

Raffaele è parte del direttivo amministrativo. Conosce la Cooperativa dalla sua fondazione, in quanto è figlio dei soci fondatori, è stato impegnato per molti anni come educatore, ha fatto parte del CdA con varie mansioni e in ultimo, per un breve periodo, è stato presidente della stessa. Oggi continua a supportare la cooperativa con consigli, segnalazioni, suggerimenti e quanto altro può essere utile per la crescita e il successo generale.

Cosa dicono di noi

Di seguito alcune delle testimonianze di collaboratori, volontari e ospiti che hanno voluto condividere con tutti la loro esperienza presso Il Faro.

Ho prestato servizio di volontariato al Faro per 8 mesi. Ho visto come tutti gli educatori lavorano con il cuore cercando di creare un ambiente familiare ai minori ospiti. Ringrazio Dio ed i collaboratori del Faro per l’opportunità che mi è stata data, imparando molto da questa opera.

Volontaria

Ho lavorato per “Il Faro” per circa 15 anni. Ho avuto il piacere e la gioia di poter collaborare con un Team di professionisti da cui ho potuto imparare molto e sperimentare che con l’amore di Dio tutto è possibile. Non avendo avuto in prima persona il privilegio di godere di una famiglia funzionale posso comprendere la mancanza di amore ed accettazione ed il senso di rigetto che molti di questi minori sentono. La mia speranza è che con il mio esempio ho potuto trasmettere dei buoni valori a questi minori e aver fatto comprendere loro che il proprio passato difficile non decreta il nostro futuro, c’è sempre speranza!

Educatore

Mi chiamo Anna Stobart, ho fondato e diretto una piccola impresa fornendo consulenza a enti di beneficenza e imprese in materia di risorse umane: www.haftonconsultancy.com, Ho trascorso molti anni come Direttrice delle Risorse Umane lavorando in Europa e Africa. Durante la pandemia di COVID-19 io, ed il mio piccolo team, abbiamo lavorato da remoto, il che ha funzionato molto bene.  Questo mi ha consentito di vivere in Sicilia per alcuni mesi. Ho ospitato a casa mia giovani (tra i 16 ei 25 anni) che sono stati nel sistema di assistenza o che sono rifugiati nel Regno Unito; quindi, ho avuto esperienze dirette con giovani adulti vulnerabili. Ho trascorso tre mesi come volontaria al Faro. Fin dall’inizio mi sono sentita accolta dagli operatori della struttura, i quali hanno fatto di tutto per farmi sentire a casa. Il team della coop. Il Faro è una squadra molto impegnata che ha messo Cristo al centro. Sono rimasta così colpita dal modo in cui vogliono che ogni bambino sia apprezzato e prosperi. Mi hanno anche aiutato a trovare un insegnante di italiano, il che mi è stato molto utile per poter comunicare un pò meglio alla fine del mio tempo. Spero che questa non sarà l’ultima volta che visito Il Faro. È stata una grande e bella esperienza per me. Grazie.

 

IMG_5530

Volontaria

Tre anni fa è stato davvero terribile per me. Ero depressa e ho dovuto nascondermi dalla mia madam perché sono scappata via. Non volevo lavorare come prostituta. Nello stesso anno ho perso la mia mamma. Durante tutto quel tempo è stato un cammino difficile ma ringrazio Dio che alcune persone mi hanno aiutato a contattare Il Faro. Loro mi hanno davvero aiutato. Dio si è usato di loro per cambiare tante cose nella mia vita. Adesso è due anni che sono stata con loro e molte cose sono cambiate, cammino per strada liberamente senza più avere paura, riesco a fare tante cose da sola adesso e sono anche andata a scuola da sola anche se mi sono dovuta fermare per adesso. È stata davvero bella l’ esperienza vissuta al Faro. Adesso ho i miei documenti per rimanere definitivamente in Europa e questo è molto importante per me. Incoraggio le ragazze lì fuori di farsi animo e fidarsi di Dio e fidarsi anche del Faro. Vedrete come Dio cambierà le cose nella vostra vita.

(testimonianza tradotta letteralmente dall’originale scritto in lingua inglese .) 

Ragazza vittima di tratta

Bilancio Sociale

"La presentazione del bilancio sociale è sempre una preziosa occasione di sintesi finalizzata a rendere conto del nostro impegno in favore delle comunità di riferimento, valorizzando l'impegno di tutti coloro che a vario titolo dedicano risorse, energie, tempo, professionalità. [...] Il bilancio sociale rappresenta l'esito di un percorso attraverso il quale l'organizzazione rende conto ai diversi stakeholder della propria missione, degli obiettivi, delle strategie e delle attività."

Dalla lettera del Presidente agli stakeholder